Ultimate magazine theme for WordPress.

Uomini, animali o macchine?

Scienze, filosofia e teologia per un "nuovo umanesimo" - XV Corso dei Simposi Rosminiani – Stresa 27-30 agosto 2014 – Videoregistrazione parziale

La XV edizione dei Simposi Rosminiani, organizzata dal Centro Internazionale di Studi Rosminiani di Stresa con la partecipazione del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana, ha posto l’attenzione sulla sfida del “post-umano” all’umanesimo che nasce dalla fede. Proprio questo è stato il tema della prolusione offerta da Mons. Giuseppe Lorizio. Il Segretario della Conferenza Episcopale Italiana, Mons. Nunzio Galantino, si è soffermato sull’attualità del personalismo rosminiano nel contesto del post-umanesimo. Mons. Ignazio Sanna ha posto l’accento sull’antropologia teologica e gli interrogativi delle neuroscienze.

“Quest’anno i Simposi aprono una strada nuova. Sinora siamo rimasti all’interno di temi attuali, ma riservati al mondo delle scienze umane: filosofia, diritto, teologia, politica, etica, storia, ecc. Con questo corso il dialogo si allarga, desidera gettare un ponte verso discipline che ci sono meno abituali, perché coltivate dagli scienziati più che dai filosofi. In particolare, prenderemo in esame il comportamento animale, le neuroscienze e le scienze biologiche. Il nostro fine è duplice: da una parte dare ai partecipanti informazioni sullo stato attuale delle scienze nei loro vari settori. Ed a questo fine hanno accettato di raccontarci queste novità noti rappresentanti di queste scienze. Dall’altra tentare vie possibili di dialogo fecondo tra filosofi teologi e scienziati sui problemi che le novità scientifiche sollevano in ambito antropologico, sociale, etico, religioso. Ed a questo fine abbiamo con noi persone che hanno dedicato la vita alla teologia o alla filosofia. Ovviamente c’è sottesa la convinzione che un dialogo sia possibile. La verità è sfaccettata, poliedrica, parziale. Ma se si ha pazienza, alla fine risulta organica, portatrice di un senso globale, sotto il cui ombrello possono convivere tutti coloro che la ricercano senza malizia e con disinteresse.
Apro dunque questo XV corso dei Simposi Rosminiani, con fiducia che esso contribuirà a cercare e approfondire le ragioni che uniscono l’umanità, dissolvendo quelle incomprensioni e fratture provocate più dalle passioni e dai limiti della mente di chi ragiona che dalla visione genuina dell’essere.”
(Padre Umberto Muratore, Direttore Centro Internazionale di Studi Rosminiani Stresa, Inaugurazione Simposi 2014)

Articoli correlati