Ultimate magazine theme for WordPress.

La logica dell’actus essendi

L’altra metafisica della Teosofia di Rosmini (Videocorso tenuto dal Prof. Markus Krienke)

In merito alla comprensione della logica dell’essere, la Scienza della Logica di Hegel costituisce per Rosmini uno studio importante. Al di là delle accuse di sensismo, ateismo e panteismo, e quindi di una presa di distanza inequivocabile, Rosmini ne ricava l’importanza della dimensione dianoetica dell’essere che impedisce di dover identificare l’ens con la realtà delle cose (res). Inoltre, distingue metafisicamente tra attualità e sussistenza dell’essere e quindi tra le due forme fondamentali dell’essere ideale e dell’essere reale. Questa impostazione fondamentale della Logica gli fornisce la possibilità di criticare non soltanto gli idealismi del platonismo e dell’hegelianismo ma anche il realismo aristotelico, e quindi, ante litteram, l’interpretazione di Tommaso neoscolastica e quella del tomismo analitico. In questo modo, il filosofo roveretano delinea una posizione autenticamente tomistica nel mezzo della modernità che si comprende allo stesso momento come nuova valorizzazione proprio del centro del pensiero dell’Aquinate ossia dell’actus essendi.

Articoli correlati