Ultimate magazine theme for WordPress.

La “quarta fase” degli studi sul pensiero di A. Rosmini

Presentato il nuovo approccio teoretico ed epistemologico

Il X Corso dei Simposi Rosminiani ha avuto nella sua parte conclusiva un evento che segna la storia degli studi del pensiero di Antonio Rosmini. Il Prof. Markus Krienke, Direttore della “Cattedra Rosmini” della Facoltà di Teologia di Lugano, e il Dr. Giulio Noverino del Centro Internazionale di Studi Rosminiani di Stresa, con chiarezza e precisione hanno presentato la “quarta fase” che mira ad approfondire il pensiero del beato Roveretano. Dopo la riabilitazione del 2001 e la sua beatificazione nel 2007, è sorta l’esigenza di una nuova stagione che prenda in considerazione un nuovo approccio teoretico per interpretare il suo patrimonio speculativo. Una svolta che vuole portare il pensiero di Rosmini a confrontarsi con le più importanti istanze filosofiche e istituzioni culturali della contemporaneità attraverso un dialogo aperto e sincero. Una “quarta fase” che non intende rompere con quelle precedenti, bensì ricuperare e valorizzare alcune loro intuizioni fondamentali. Il progetto si concretizza in una comunicazione scientifica e approfondita attraverso non solo la pubblicazione editoriale, ma anche mediate internet e un canale televisivo tematico in collaborazione con l’emittente varesina LA6 TV.Il X Corso dei Simposi Rosminiani ha avuto nella sua parte conclusiva un evento che segna la storia degli studi del pensiero di Antonio Rosmini. Il Prof. Markus Krienke, Direttore della “Cattedra Rosmini” della Facoltà di Teologia di Lugano, e il Dr. Giulio Noverino del Centro Internazionale di Studi Rosminiani di Stresa, con chiarezza e precisione hanno presentato la “quarta fase” che mira ad approfondire il pensiero del beato Roveretano. Dopo la riabilitazione del 2001 e la sua beatificazione nel 2007, è sorta l’esigenza di una nuova stagione che prenda in considerazione un nuovo approccio teoretico per interpretare il suo patrimonio speculativo. Una svolta che vuole portare il pensiero di Rosmini a confrontarsi con le più importanti istanze filosofiche e istituzioni culturali della contemporaneità attraverso un dialogo aperto e sincero. Una “quarta fase” che non intende rompere con quelle precedenti, bensì ricuperare e valorizzare alcune loro intuizioni fondamentali. Il progetto si concretizza in una comunicazione scientifica e approfondita attraverso non solo la pubblicazione editoriale, ma anche mediate internet e un canale televisivo tematico in collaborazione con l’emittente varesina LA6 TV.

Articoli correlati